Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
29 maggio 2012 2 29 /05 /maggio /2012 09:40

Ricordate com'era fatto il nostro bel pianeta verde vero? Bene, visto che entro qualche decennio probabilmente non sarà più così verde vi consiglio di preparavi psicologicamente, perchè questo è un articolo shock! So che forse è un articolo di cattivo gusto, ma credo che i miei siano dubbi leciti!

 

http://i.imgur.com/BcDmj.png

Il nostro pianeta è una palla di ferro fuso. In realtà non è proprio una "sfera" perchè ai poli

è leggermente schiacciata (un po per colpa della rotazione e della forza lunare e solare, ma un pò

è anche colpa del peso dei ghiacciai)

 

Un pò di anni fa il ghiaccio del polo nord e del polo sud si è iniziato a sciogliere: immagino che conoscete tutti l'effetto serra vero? L'inquinamento causato dall'uomo crea una specie di "mantello" che cattura i raggi solari facendo scaldare lentamente (ma inesorabilmente) la terra. Ogni anno lo scioglimento dei ghiacciai è sempre più veloce:

scioglimento-dei-ghiacci-annuale-ai-poli.png

I ghiacciai non solo fungono da "riserva termica" per il nostro pianeta, ma ci

proteggono dal surriscaldamento riflettendo (grazie al loro albedo "bianco")

i raggi solari. Sciogliendosi i ghiacciai riflettono sempre di meno il sole

e quindi noi ci scaldiamo sempre di più (è come un secondo effetto serra!)

E' una reazione a catena, che ormai non si può più fermare.

 


 

Ora, a parte il surriscaldamento che è già di per se una catastrofe naturale enorme che è già stata certificata ( questo è certo, gli scienziati ci avevano avvertiti decenni fa di non inquinare, noi li abbiamo trattati come delle Cassandre qualunque e ora siamo entrati in una spirale senza fine.. è troppo tardi! )

 

Facile prevederlo, ma quali sconvolgimenti ci saranno? Be, gli sconvolgimenti del clima ci sono già. Così come ci sono già pure gli sconvolgimenti ecologici (specie che si estinguono ogni anno, uragani, tempeste, pesci che muoiono a causa delle correnti oceaniche troppo fredde).

 

Non solo, gli sconvolgimenti sono arrivati prima del previsto! Quello che sta accadendo proprio adesso in tutto il mondo è ben peggio di quello che si poteva immaginare. Uno scenario come quello che è oggi, lo si sarebbe immaginato tra 200 anni, non tra 20! Ottimo, siamo stati 10 volte più veloci a scavarci la fossa con le nostre mani di quello che avevamo immaginato. Non male come record, eh?

 

Ma non è ancora finita, c'è infatti un ulteriore effetto da tenere in considerazione! Che nessuno aveva ancora previsto! L'effetto "Palla di metallo fuso". Sciogliendosi i ghiacci infatti, sui poli c'è sempre meno peso, e la terra cambia forma! (se prima era una palla leggermente schiacciata, ora diventerà una palla sempre meno schiacciata!)

 

pianeta-terra-non-piu-schiacciato-ai-poli-dai-ghiacci.png

Ogni anno si sciolgono milioni di tonnellate di ghiaccio. Il ghiaccio che prima teneva la terra "schiacciata"

(almeno in parte) se ne sta andando. Ora la terra si sta de-schiacciando! Praticamente sta

cambiando forma sotto i nostri piedi!

 

Come potete ben immaginare, quando una palla grossa come la terra cambia forma (Anche di pochi centimetri magari), può accadere di tutto. Inoltre in teoria dovrebbe accadere un fenomeno paradossale. Infatti se la terra in linea teorica dovrebbe "inspessirsi" per via del livello di terreno e roccia che si alza ai poli, nella realtà apparirà ancora più schiacciata.. Com'è possibile? Leggi qui per scoprirlo

 

Cos'è già successo in pochi anni:

 

tanti terremoti, tanti tsunami, piattaforme petrolifere le cui trivelle saltano via (A causa della pressione eccessiva).

 

Cosa succederà (non ci va un genio a capirlo):

 

Altri terremoti, altri tsunami, altre piattaforme petrolifere che saltano (e magari altre cose che non abbiamo ancora immaginato!)

 

Piccola modifica all'articolo: Nella fretta della stesura ho dimenticato che il Polo Nord non appoggia sulla terra, quindi non schiaccia la terra, invece il Polo Sud rimane comunque appoggiato sulla terra, pertanto il suo peso continua comunque ad influire, ringrazio Giovanni per il suo arguto contributo (vedasi commenti qui sotto).

 

Per chi vuole saperne di più:

 

Secondo il WWF e molti illustri scienziati, lo sciogliemento dei poli è già diventato irreversibile (possiamo tranquillamente dire: "inevitabile").
click qui per leggere il rapporto del WWF

 

Effetto serra:

click qui per leggere cos'è l'effetto serra

 

Il giappone era preparato ai terremoti, noi non lo siamo nemmeno:

click qui per leggere cos'è successo in giappone

 

Disastro della piattaforma petrolifera

click qui per leggere cos'è successo alla piattaforma petrolifera

 

Repost 0
27 marzo 2012 2 27 /03 /marzo /2012 12:43

0) Cosa faccio se mi prende il singhiozzo durante un esame?

- Non può accadere. Troppa strizza.

 

1) Puoi seguire ugualmente la lezione. Il prof a questo punto ha tre opzioni:

- Sorridere della tua disgrazia

- Guardarti di sottecchi perchè disturbi

- Chiederti se va tutto bene (e in questo caso lo spavento dovrebbe bastare a farlo passare.. e una volta mi è capitato di vederlo succedere quindi posso confermarlo. Questo ragazzo aveva il singhiozzo. Il prof ha chiesto "tutto bene?" e il singhiozzo gli è passato. Commento del prof:  "paura, eh?" -_- ).

 

2) Oppure puoi sperimentare le 100 + 1 cure che non funzionano:

- Chiedere al tuo compagno di banco di spaventarti: perchè funzioni è necessario che se chiedete di spaventarvi al compagno alla vostra sinistra, quello alla vostra destra vi deve spaventare cogliendovi di sorpresa.

- Trattenere il respiro fino a diventare paonazzo/svenire

- Visto che è normale portarsi il minimo indispensabile per vivere durante le lezioni potrete tirare fuori un limone dal vostro zaino e provare a bere un pò d'acqua con spremuto dentro il limone.

 

3) Fare da cavia e sperimentare cure alternative per il singhiozzo:

La cura definitiva per il singhiozzo: quella vera

Repost 0
Published by vitalluni - in Università
scrivi un commento
27 marzo 2012 2 27 /03 /marzo /2012 11:45

Seguire le lezioni all'università è importantissimo e va fatto il più spesso possibile. Ci sono alcuni semplici motivi per cui è consigliato seguire le lezioni (li ho scritto subito sotto).

 

Seguite lezione il più assiduamente possibile, ci sono 1001 motivi che vi faranno saltare alcune lezioni senza che vi ci mettiate pure voi a decidere di non seguire: per esempio a me oggi è capitato che il treno fosse in ritardo di quasi mezz'ora, come se non bastasse c'era sciopero dei bus. Sarei potuto andare a piedi in facoltà, ma senza bus ci vanno quasi 45 minuti. Ergo se fossi andato a piedi sarei arrivato giusto in tempo per vedere il professore uscire dall'aula.

 

Così ho deciso di tornare a casa col treno prima e non sapendo cosa fare ho scritto questo articolo.

 

Seguire le lezioni è importante perchè permette di studiare anche senza comprare libri di testo (che per alcune materie purtroppo sono essenziali), la cosa migliore è organizzarsi con alcuni compagni di classe in modo da avere 1 libro condiviso in 3 o in 4 (qualora decideste di studiare sul libro), senza contare che per alcuni studiare in gruppo è più produttivo, non per tutti comunque.

 

Le lezioni non vanno seguite passivamente. Se in quel momento avete sonno/stanchezza (uno stile di vita corretto aiuta ad evitarlo.. cambi di fuso orario esclusi), è probabilmente più produttivo fare una passeggiata e poi rivedere gli appunti della lezione scorsa (importantissimo prendere appunti bene e fare esercizio fisico). E' molto importante partecipare "freschi" alle lezioni. Per fare ciò è necessario organizzarsi un poco (nemmeno più di tanto, anche perchè troppa organizzazione diventa noiosa).

 

Il metodo "io spiego e voi ascoltate" è rinosciuto per la sua non sempre "massima efficacia"(inutilità). La maggior parte dei professori infatti cercherà di invitarvi a partecipare alle lezioni, ponendo domande o rispondendo alle vostre. Se chi volesse decidere di iscriversi all'università avesse paura del fatto che il rapporto insegnanti / alunni non è più come alle scuole superiori può quindi tirare un sospiro di sollievo, ovviamente sarà diverso ( ma non sarà così terribile nemmeno). Poi ovvio che ci sono corsi con 300 persone a seguire e non sarà quindi possibile partecipare. Però in genere ci sono parecchi corsi in cui il numero di alunni non supera i 30 (eddai una normale classe di superiori).

 

Dovete vincere la barriera di timidezza per partecipare (so che è difficile le prime volte. Sono il primo ad essere timido): essere partecipi e attivi aiuta a ricordare meglio e a concentrarsi di più. (C'è chi parla di una vera e propria scarica di adrenalina quando si interviene durante una lezione..). La maggior parte dei corsi dura 4 mesi o meno. L'occasione di fare un buon intervento durante una lezione potrebbe presentarsi 1 o 2 volte al massimo e poi non presentarsi mai più. E' un treno che va via. E' una sfida personale che vi lascerà soddisfazione e più sicurezza in voi stessi.

 

Se vi viene in mente una domanda scrivetevela. Prima di tutto studiare significa farsi domande. (studiare a memoria serve a ben poco nella maggior parte dei corsi). Poi valutate se è opportuno farla subito al prof. o rimandarla a più tardi (di solito i professori finita la lezione chiedono se avete domande, ma potete benissimo raggiungerli prima che lascino l'aula).

 

A seconda della materia poi dovrete capire se è più importante ascoltare e capire il professore o prendere appunti. (generalmente sarà impossibile riuscire ad ascoltare e a prendere appunti nello stesso momento per cui dovrete trovare la vostra giusta via di mezzo.) Ovviamente prendere appunti lo si dovrebbe imparare alla superiori, ma è una cosa che accade sempre meno frequentemente e alla fine ci si ritrova ad arrangiarsi come si può (anche perchè è impossibile seguire una lezione al 100%).

 

Fate tacere i vostri compagni che disturbano. Stanno danneggiando loro stessi e pure voi e gli altri. Chi parla durante le lezioni dovrebbe alzarsi e uscire. E' incredibile vedere che c'è sempre qualche maleducato che parla se teniamo conto che c'è chi fa molti sacrifici per riuscire ad andare all'università.

 

 

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Alimentazione e consigli per seguire le lezioni!

Prendi la scuola con Ironia

Quanto dura una lezione all'università?

Repost 0
Published by vitalluni - in Università
scrivi un commento
26 marzo 2012 1 26 /03 /marzo /2012 18:43

Eheh. Questa notizia è piuttosto divertente. Essendo io il primo ad essere scettico, sono sempre stato scettico pure sul fatto che esistesse una cura per il singhiozzo. Questo scetticismo è nato dal fatto che pure io sono stato cavia delle "cure" per il singhiozzo.

 

Fin da quando ero piccolo infatti ogni volta che avevo il singhiozzo sono stato sottoposto ad ogni genere di "terapia anti-singhiozzo". Purtroppo nessuna delle terapie funzionava e così il singhiozzo finiva da solo dopo qualche minuto.

 

Elenco delle "cure" che NON hanno funzionato:

- Bere acqua tiepida con il limone trattenendo il respiro (by mia fidanzata)

- Uno spavento o trattenere il fiato per una decina di secondi (by mia mamma, e anche se lo spavento funzionasse dopo 2 o 3 singhiozzi mi sembra ovvio che ci si aspetta uno spavento per cui il metodo perderebbe comunque di efficacia).

- Respirare dentro un sacchetto per qualche secondo

- Trattenere il respiro 20 secondi (se ci riuscite ovviamente)

 

La cosa divertente è che molti siti web sostengono che queste cure (principalmente rimedi "della nonna" che non funzionano) abbiano pure basi scientifiche...

 

Direi che il record di singhiozzo è di 30 (circa) minuti in famiglia (e colei a cui è capitato è stata costretta a sperimentare una quindicina di cure diverse senza che queste funzionassero! A volte mi chiedo se la gente si inventi le cure tanto per divertirsi a farle provare agli altri :D ).

 

La maggior parte delle "cure" per il singhiozzo, sembra funzionare semplicemente perchè il singhiozzo smette già da solo. Così se il singhiozzo smette mentre tratteniamo il respiro penseremo erroneamente che la cura funziona (invece il singhiozzo sarebbe già passato comunque da sé).

 

 

ECCO L'UNICO MODO (VERO) PER FAR PASSARE IL SINGHIOZZO:

 

Cari lettori di Vitalluni, non ci crederete ma credo di aver trovato il modo per far passare il singhiozzo. E' una cura puramente sperimentale, senza alcun fondamento scientifico: eppure funziona. Il mio metodo non si basa sul "sentito dire" o su notizie trovate da altre parti. Ma l'ho trovato quasi per caso.

 

 

 

http://i.imgur.com/RMvtg.png

Questa figura non ha lo scopo di mettere in soggezione

voi lettori, semplicemente serve per "far ricordare"

meglio la cura. Come potete dimenticare un disegno

così dai? :)


Vi sarà capitato qualche volta di strabuzzare gli occhi sentendo una notizia che vi sorprende. Ebbene a me è capitato di strabuzzare gli occhi  proprio mentre avevo il singhiozzo.. ed è passato! (il disegno qui sopra infatti è un omino che strabuzza gli occhi.. c'è pure un ironico "hic!" di fianco alla testa.. :D ) Subito ho pensato che fosse una coincidenza, allora ho provato un paio di volte.. E ancora il singhiozzo è passato. Poi ho provato a dirlo alla mia ragazza (e il metodo ha funzionato di nuovo anche con lei). Poi è stato il turno di mia mamma. Non appena ha avuto il singhiozzo (aspettavo da qualche settimana l'occasione giusta per usarla da cavia muahahaha!) le ho detto di "strabuzzare gli occhi". Idem, singhiozzo passato. Ha funzionato pure con un'amica della mia ragazza.

 

A questo punto ho ragione di credere che il metodo sia davvero efficace (e non si tratti di una semplice coincidenza). L'importante è allargare gli occhi (appunto strabuzzarli)  il più possibile  per 2/3 secondi. Il singhiozzo smetterà istantaneamente! L'unico modo per esserne sicuro al 100% è sentire anche la vostra opinione (potete lasciare commenti all'articolo). Se poi la cura funziona che ne dite di fare +1 su Google o "Mi piace" su Facebook? ( i tasti sono qui sotto: mi sembra equo una cura che funziona senza effetti collaterali in cambio di 1 click.).

 

A voi provare questa cura non costa nulla (sempre meglio che trattenere il fiato o spremere limoni no?). Se poi scoprite che funziona tanto meglio no?

 

Quando invece il singhiozzo diventa grave, contattare comunque un medico!

 

Ovviamente ho trovato il fatto piuttosto curioso. Purtroppo non ho la conoscenza necessaria per spiegare come mai questa cura funzioni... Strano però vero? 

 

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Cosa faccio se mi prende il singhiozzo durante la lezione?

Repost 0
Published by vitalluni - in Medicina e salute
scrivi un commento
15 marzo 2012 4 15 /03 /marzo /2012 08:16

Voi come vedete l'università? Un occasione in più per aiutarsi l'un l'altro negli studi o un occasione in più per competere?

Repost 0
Published by vitalluni
scrivi un commento
8 marzo 2012 4 08 /03 /marzo /2012 08:33

Ho letto su alcuni blog che Facebook ha tolto la possibilità di commentare i link condivisi. Ma sarà vero? Così ho deciso di verificarlo prima di scrivere alcunché al riguardo. Ed ho scoperto che è vero! Se qualcuno condivide un link sul suo profilo di facebook, i suoi link non potranno più essere commentati. Se quindi vi siete accorti che i link sul vostro profilo non possono più essere commentati, bene, sappiate che questa è stata una decisione dei capi di Facebook. Più avanti nell'articolo mostrerò come questa decisione possa essere dannosa per i più piccoli.

 

Ipotizziamo che un nostro amico metta un link sulla sua home page (come vedremo presto Facebook ha una struttura piuttosto strana adesso, infatti abbiamo una HomePage, e un Diario).

 

facebook2.png

 

Ora se io volessi condividere il link mi basta cliccare su "Condivivi". Ok ora clicco e vediamo che succede.

 

Sul mio diario compare correttamente il link e si può commentare e condividere.

facebook.png

 

Allora ho pensato. Ma questi siti sono una bufala? Bo. Allora ho deciso di verificare minuziosamente, così sono andato nell'home page

 

http://i.imgur.com/Q5fiJ.png

 

e guardate un po:

 

http://i.imgur.com/fwmhn.png

 

Come vedete il link non può essere più condiviso ne commentato, è sufficiente che cancello "l'azione" subito sotto

http://i.imgur.com/Teik2.png

 

perchè rimanga solo il link senza che nessuno possa replicare.

 

http://i.imgur.com/JXZuG.png

 

Ora mi chiedo, se anzichè condividere un link sulle pensioni, qualcuno avesse condiviso un link dai contenuti morali discutibili ad esempio:

http://i.imgur.com/ANVRm.png

 

E avesse condiviso dicendo "guardate che figo sto link", mentre magari il link contiene l'URL di un sito dove ad esempio si maltrattano gli animali. Potrebbe capitare che taluni minori potrebbero essere erroneamente convinti che maltrattatare gli animali sia figo. Nessuno dei loro amici potrebbe commentare il link dicendo "questo sito fa schifo". Così all'insaputa nostra starebbe nascendo un piccolo immoralista. Devo ammettere che quando ho capito ciò sono rimasto sconcertato. Spero che i gestori di Facebook facciano marcia indietro su questa scelta poichè potrebbe essere davvero pericolosa per i più piccoli. Sigh..

 

Spero che i miei amici su Facebook non se la diano a male se li ho "censurati". Tuttavia ho deciso di pubblicare le immagini qui sopra nel rispetto della loro privacy.

 

MODIFICA:

Visto che il sito sul quale ho scoperto l'informazione per primo non ha cancellato il mio commento, in cambio restituisco il favore e cito il suo link (sperando che lasci li il mio commento):

http://web20.excite.it/facebook-elimina-mi-piace-e-commenta-dai-N65500.html

Repost 0
5 marzo 2012 1 05 /03 /marzo /2012 15:55

A quanto pare il 3D è davvero dannoso per la salute.  Avevo già dei dubbi manifestati in questo mio articolo precedente (click qui) . Così ho continuato ad informarmi, a quanto pare il 3D è veramente dannoso per la salute! Uno studio finanziato interamente da Samsung all'università di Berkley avrebbe infatti mostrato che il cinema 3D è molto dannoso per la vista. Non solo, sugli schermi più piccoli il danno alla vista è peggiore (per quanto riguarda le lenti polarizzate almeno). La notizia si sta diffondendo sul web a velocità C. Ovviamente i risultati degli studi erano già disponibili da quasi un anno (dall'estate scorsa).

 

Ma i Mass-Media anzichè preoccuparsi della salute dei nostri occhi comunicandoci i risultati di questa ricerca, continuano a trasmettere le pubblicità dei giochi d'azzardo Online (ai quali non vincerete mai e se cliccate qui troverete la dimostrazione che vi spiega come mai) o si limitano a dare addosso ai nostri ricercatori ( cliccare qui per saperne di più).

 

Sono infatti già finite le offerte dei televisori HD e sono iniziate quelle dei televisori 3D. Sono in corso molti studi per cercare di ridurre i danni causati dal 3D ( dopo tempi prolungati di esposizione). Alla fine credo che i televisori verranno venduti ugualmente con avvertenze simili a quelle dei pacchetti di sigarette (ovviamente guardare la TV non può uccidere.. ma ci siamo capiti dai! XD). Anche le industrie vanno alla cieca. Se qualcuno inventa qualcosa il giorno dopo tutti lo stanno già producendo in fabbrica senza neanche chiedersi "ma cos'è?".

 

 

Fonti:

http://www.tech2date.com/study-shows-that-3d-content-can-impair-vision.html

http://www.soyacincau.com/2011/07/25/3d-video-causes-extra-eye-strain-and-fatigue-says-samsung-study/

 

Aiutami a proteggere i tuoi occhi:

Fai sapere al resto del mondo e prima dei tuoi amici che il 3D è dannoso per la vista. E' sufficiente cliccare su "Mi piace" o fare +1 con Google per far sapere agli altri che questo articolo è utile e di qualità.

Repost 0
24 febbraio 2012 5 24 /02 /febbraio /2012 19:37

MODIFICA RECENTE: A QUANTO PARE IL 3D E' DANNOSO PER LA SALUTE ECCO IL LINK ALL'ARTICOLO:

(click qui)

 

Volevo esprimere la mia perplessità riguardo a tutti questi nuovi "dispositivi 3D" che stanno uscendo.

 

Le industrie sembrano fare a gara ognuna per rliasciare il proprio dispositivo in 3D. Televisori, cellulari, console portatili, cinema, film blue ray, occhialini con lenti polarizzate e compagnia bella.. Non sono un oculista, e neppure un neurologo. Tuttavia posso dire di essere abbastanza "confidente" con le "proiezioni geometriche". Avete presente i videogiochi vecchio stile (tipo Playstation 2)? Bene, questi giochi pur non avendo occhialini speciali riuscivano a dare l'illusione di un mondo 3-dimensionale (per questo motivo, onde evitare confusioni chiamerò questi giochi 2.5D. Purtroppo il termine 3D è stato rubato dalla controparte stereoscopica per cui mi sento in dovere di distinguere le due cose che sono ben diverse ). Dell'argomento sono molto appassionato così ho fatto per voi un pò di ricerche e mi è venuto un dubbio (Tutte le ricerche sono fatte rigorosamente usando Google per trovare argomenti su Wiki pedia):

 

I televisori 3D sono salutari o no? Attualmente non ci sono prove che siano dannosi per la salute. Tuttavia non ci sono ancora prove contrarie. Conviderò quindi con voi la mia opinione cosicchè possiate scegliere liberamente voi stessi.

 

Prima di tutto vorrei ricordare brevemente come funzionano i giochi tipo PlayStation 2.

 

Si tratta di una proiezione geometrica con la prospettiva (quella che alcuni di voi avranno odiato e disegnato come tavola di disegno tecnico/architettonico alle superiori).

 

I computer sono molto bravi a fare per voi le proiezioni geometriche.

Il principio è piuttosto semplice. Si immagina di mettere il foglio (o lo schermo) tra il vostro occhio e l'oggetto da proiettare e si tracciano delle linee partendo dai contorni dell'oggetto fino al vostro occhio. Sul foglio rimane un disegno in prospettiva (la proiezione geometrica dell'oggetto), che da l'impressione di essere 3D (senza tuttavia uscire dal foglio/schermo).


Questo è il primo Doom (un videogioco molto famoso. Ora disponibile gratuitamente!):

 

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/thumb/6/6d/Legacy_Doom_Screenshot.jpg/800px-Legacy_Doom_Screenshot.jpg

 

Seppur il gioco sia parecchio datato ha fatto la storia del mondo dei videogiochi, Sia Doom che altri videogiochi più recenti sfruttano il principio della proiezione prospettica per permettervi di muovervi nel mondo di gioco.

 

Ora sentite il bello:

I cinema 3D usano lo stesso principio! Il problema è che l'occhio umano non lo usa! L'interno dell'occhio è quasi una semisfera, quindi l'idea di appiattire l'immagine su uno schermo piatto non mi sembra delle migliori. (infatti appiattire l'immagine su uno schermo o sull'interno dell'occhio produce risultati diversi!)

 

Fino a quando questa immagine distorta resta su uno schermo, non ci da fastidio (in fin dei conti è come guardare un quadro).

 

Com'è quindi il 3D al cinema? E' solo un approssimazione grossolana di quello che il nostro occhio può vedere. Fin quando si tratta di un film può andare. Ma se tale approssimazione finisse nelle nostre case e ci fosse propinata tutti i giorni?

 

Quando noi ci guardiamo intorno infatti gli oggetti ai margini del nostro campo visivo vengono "distorti" (anche se ovviamente non possiamo accorgercene visto che ci siamo abituati fin da quando siamo nati). Nel cinema 3D-Steroscopico questo non accade! Il cinema non può sapere dove state guardando. Di conseguenza non può "distorcere" l'immagine come accadrebbe per il vostro occhio se guardasse davvero in quella direzione.

 

Allora qualcuno direbbe: "Si ma basta tenere lo sguardo fisso al centro dello schermo no?". Sbagliato! L'occhio umano non resta mai immobile a causa dei movimenti saccadici ( ce ne sono dai 3 ai 5 ogni secondo e sono del tutto involontari, quindi non possono essere controllati). Inoltre non basta guardare il centro dello schermo, ma bisogna essere seduti ad una certa distanza ed essere di fronte (se siete di lato non va bene!). Inoltre questa distanza varia da persona a persona!

 

Or dunque è facile intuire che siccome l'occhio si posta di continuo "vorrebbe" vedere un immagine distorta in un certo modo. Mentre il cinema stereoscopico, lo constrige a vederne un'altra. Non è quasi come indossare il paio di occhiali sbagliato? Inoltre raramente al cinema troveremo un posto centrale alla giusta distanza, anzi paradossalmente la linea centrale non ha i sedili! (per i televisori è ancora peggio visto che sono più piccoli e voi spettatori quindi avete un minor margine di errore per trovare il posto ideale davanti alla TV).

 

Io non sto affermando che il 3D sia dannoso per la salute (magari infatti non lo è!) Sto solo dicendo che il dubbio è lecito visto che l'immagine che vediamo è bene lontana dall'essere quella che vedremmo realmente. I consumatori sono gia stati avvertiti di possibili disturbi alla vista, nausea a mal di testa. Ma sono già stati scoperti tutti gli effetti collaterali o dobbiamo ancora scoprirne altri?

 

La tecnologia è troppo recente per sapere se può arrecare danni alla salute a lungo termine(in fondo anche i televisori normali, possono dare disturbi come nausea, stanchezza e attacchi di epilessia, figuriamoci quelli in 3D!). Aspettiamo ancora un paio d'anni per vedere se e quali danni il 3D può arrecare. Quindi forse un film ogni tanto ci può stare. Ma addirittura guardare tutti i telegiornali in 3D non è forse un pò troppo? ( se non addirittura usare videogiochi in 3D).

 

Corsa all'offerta di televisori HD NON 3D allora? Con calma. Questo a voi valutarlo. Ricordo che entro poco tempo saranno disponibili televisori super HD. Tuttavia se avete intezione di acquistare un televisore Full HD (circa il doppio meglio di un televisore HD / HD Ready in termini di qualità di immagine) ecco i prezzi di riferimento ( giusto per sapere se quella che vedete è davvero un offerta o no). Ovviamente i prezzi sono validi solo in questo periodo e potrebbero cambiare.

 

32 Pollici a meno di 250 euro (anche di marca .. se pensate che faccia differenza)

26 Pollici a meno di 180 euro (anche di marca .. se pensate che faccia differenza)

22 Pollici a meno di 100 euro (idem)

 

P.S.

 

Non è che qualcuno di voi è aggiornato sull'argomento? Tutti gli articoli che ho letto sono piuttosto vecchiotti. So per certo che ci sono ancora indagini in corso sugli effetti del 3D sulla salute. Ma non sono riuscito a trovare risultati recenti.

 

Repost 0
24 febbraio 2012 5 24 /02 /febbraio /2012 19:36

Dopo vari mesi i nostri ricercatori non sono ancora venuti a capo del fatto che i neutrini siano o meno più veloci della luce. Il ministro Gelmini (o ex ministro? non mi ricordo se è ancora in carica bo! credo di no comunque) dice: <<Non ero solo io a sbagliare!>>. 

 

Ma ne siamo proprio sicuri? In fondo nulla è ancora certo!. Gli stessi ricercatori hanno controllato innumerevoli volte l'esperimento trovando solo alcune "irregolarità da verificare". Nulla vieta che dopo aver ripetuto l'esperimento il risultato rimanga lo stesso. Tuttavia a cadere in fallo sono i giornali di mezzo mondo. L'esperimento non è stato ancora ripetuto che già la stampa di tutto il mondo ci da addosso (solo invidia :D ). Il problema è che i giornali sono sempre a caccia di sensazionalismo. Quando ancora nulla era certo gridavano "Al miracolo". Ora che ancora nulla è certo tutti i giornali ci accusano di "mancata prudenza".. come prego? I ricercatori avevano fin da subito affermato che nulla era certo. Erano stati ultra prudenti (più prudenti di così si muore. Se ricordate infatti la notizia non era stata divulgata dai diretti interessati ma da terzi). Semmai sono i giornali che devono essere più prudenti con i sensazionalismi. Purtroppo ancora non abbiamo i risultati definitivi. Chiudiamo con un bel acronimo.

 

ADV

 

(ancora da verificarsi).

 

anzi

 

ADVQPOTCEM

 

(ancora da verificarsi quindi per ora tacete.. che è meglio).

 

Dita incrociate please.

Repost 0
22 dicembre 2011 4 22 /12 /dicembre /2011 10:54

 

Da ormai qualche tempo Google sponsorizza un evento che definire curioso o bizzarro e' alquanto riduttivo, si tratta di un torneo per programmatori dove ci si sfida a giochi di "intelligenza". Partecipano un sacco di cervelloni che si sfidano a chi "crea un robot migliore". L'ultima di questa competizioni si e' svolta di recente ed entro domani sera sapremo chi e' il vincitore. Lo scopo del gioco e' creare un robot che rispetta certe regole e che giochi al posto nostro in un "minigioco" strategico.

 

Il robot e' puramente virtuale (senza braccia robotiche o altro), ad esempio l'ultima sfida consisteva nel controllare una colonia di formiche in modo che si procurasse cibo e distruggesse le altre colonie di formiche. Gli organizzatori di questa sfida si sono davvero sbizzarriti, le povere colonie di formiche virtuali infatti stanno affrontando mappe di ogni tipo proprio in questo momento! Proprio mentre io scrivo qui, nei computer degli organizzatori ci sono milioni di formiche che combattono a velocita' inimmaginabili. Ci sono labirinti dalle forme piu' bizzarre in cui le formiche dovranno trovare cibo e combattere contro le altre formiche e ci saranno formicai da distruggere e conquistare.

 

Volete un assaggio?

 

Ecco il link <-- clicca qui

 

Aprendo la pagina vi troverete di fronte una mappa sui cui vedrete dei puntini colorati muoversi. Ogni puntino e' una formica mentre ogni colore e' di un giocatore diverso. Devo dire che i puntini colorati che si spostano sullo schermo hanno un certo fascino. Una sfida davvero unica nel suo genere... A presto le olimpiadi pure di questo? :)

 

 

 

Repost 0

Benvenuto Su Vitalluni

  • : vitalluni - Vita all' Uni
  •  vitalluni - Vita all' Uni
  • : Questo blog è dedicato alla vita in università. Utile sia per chi pensa di iscriversi all'università, sia per chi già la frequenta.
  • Contatti

Vitalluni Consiglia: